Unione dei Comuni Esistono soci di serie B?

Sant’Andrea Jonio
Temono una disparità di trattamento tra i centri associati nell’ "Unione dei Comuni del Versante Ionico" i consiglieri del gruppo di minoranza "Primavera andreolese" Giuseppe Commodari (capogruppo) e Maurizio Lijoi (consigliere comunale e dell’ "Unione").
Il loro dubbio, che rivolgono al presidente Antonio Tedesco, sorge dal fatto che un dipendente dell’ente sovra-comunale sia stato assegnato come autista di scuolabus a San Sostene. «Non mettiamo in discussione la possibilità che il suddetto Comune utilizzi un dipendente dell’Unione per garantire un servizio – scrivono nella lettera a Tedesco. Quello che non può essere condiviso è che gli altri Comuni non sono messi nelle stesse condizioni di avvalersi di dipendenti dell’Unione».

Il ragionamento si basa sul fatto che tutti i Comuni pagano la medesima quota associativa «senza però avere, come nel caso di specie, gli stessi vantaggi, il che determina una disparità di trattamento tra associati. A meno che – concludono poi i due consiglieri – il Comune di S. Sostene non retribuisca il dipendente con propri fondi di bilancio. In caso contrario, ne ricaverebbe un vantaggio finanziario negato agli altri Comuni». (f.r.)

dalla Gazzetta del Sud del 11 dicembre 2010

Aggiungi un commento

Vostro Commento