Una discarica abusiva a ridosso dell’area di pregio del litorale

 

Ci sono anche vecchi scooter

Catanzaro Carcasse di scooter e vecchi motorini, biciclette arrugginite, elettrodomestici fuori uso, lavabo semidistrutti, tavolini di legno e vari altri rifiuti fanno bella (si fa per dire) mostra di sé nei pressi della spiaggia di Isca sullo Jonio.
Il sito utilizzato da ignoti come discarica abusiva si trova nella zona sud del piccolo centro ionico, negli immediati pressi del litorale, in un’area nascosta agli occhi dei più e quasi a ridosso del torrente Gallipari, che sancisce il confine con Badolato.
Probabilmente, chi si è disfatto del materiale (c’è persino un vecchio tosaerba) avrà compiuto diversi viaggi per trasportarlo in quella località, approfittando presumibilmente delle ore notturne e del fatto che in quell’area non ci sono molte abitazioni limitrofe dalle quali qualcuno avrebbe, magari, potuto scorgere i vandali in azione.

Il tutto, inoltre, è stato fatto senza tenere conto dell’aspetto ambientale. Il litorale iscano, infatti, è un’area Sic (cioè un sito d’interesse comunitario), dunque un ambiente naturale da mantenere e valorizzare. Anche se in questo momento, lo stesso litorale è sotto il tiro dell’erosione costiera. Ma d’altra parte, il comprensorio è spesso preso di mira da veri e propri criminali che deturpano l’ambiente gettando all’aperto materiali vari e, talvolta, anche dei rifiuti che dovrebbero essere smaltiti in maniera speciale. Nei mesi scorsi, sempre ad Isca, era stata scoperta e sequestrata dai carabinieri della locale Stazione una discarica abusiva di vecchi copertoni, nella zona collinare del paese, mentre di recente altri siti deturpati sono "saltati" fuori nel resto del comprensorio.(f.r.)

dalla Gazzetta del sud del 22 maggio 2010

Aggiungi un commento

Vostro Commento