Un giorno di solidarietà nei locali della parrocchia

Mario Arestia
Davoli
Si terrà domani a Davoli Marina dalle 8 alle 12 nei locali antistanti la Chiesa San Roberto Bellarmino la giornata di donazione del sangue organizzata dalla sezione Avis di Soverato "Nastasio".
Il presidente dell’associazione, Rocco Chiaravalloti, tiene innanzitutto a ringraziare il parroco, don Gregorio Montillo, che «come sempre – afferma – riesce a darci la sua preziosa collaborazione e la disponibilità dei locali antistanti la Chiesa. Tengo a ringraziare anche anticipatamente, per la loro generosità tutti i donatori».
L’obiettivo dell’Avis di Soverato per il 2011 è quello di raggiungere le 1.000 donazioni. Nel 2010 le donazioni sono state 813, con un incremento di un 23% circa rispetto al precedente anno. Una significativa evoluzione che è andata oltre ogni previsione del presidente. Dunque un risultato che premia ed esalta la generosità dei donatori e gratifica il lavoro svolto dal personale volontario impegnato ad organizzare le giornate di raccolta.
Rocco Chiaravalloti vuole ricordare e ringraziare chi dà il proprio contributo nel territorio davolese.
«Approfittiamo di questo appuntamento a Davoli – afferma -per ringraziare chi ci aiuta in modo fattivo sul territorio, l’associazione "A Ruga e Davoli", la dirigente scolastica ed il mondo dell’informazione che ci segue con interesse contribuendo alla diffusione della nostra azione».
Ricordiamo che la sezione di Soverato conta 542 donatori di cui 136 donne e 377 uomini. La metà dei donatori ha un’età compresa fra i 18 ed i 40 anni, una spinta giovanile che fa ben sperare per il futuro, sostenuta dalla schiera dei donatori oltre i 41 anni che rappresenta la fedeltà verso la nostra associazione. Concludendo Chiaravalloti vuole ricordare il suo predecessore. «Con la tristezza nel cuore – afferma – ricordiamo la presidente, Maria Antonietta Macrina Luly Tomaselli, cofondatrice dell’ Avis Comunale di Soverato e presidente della stessa per numerosissimi anni, durante i quali si è sempre contraddistinta per le doti di virtù ed altruismo».
L’Avis, dunque, è un’associazione dedita al sociale con tante persone che, con spirito altruistico e volontaristico, contribuiscono con il loro lavoro ad aiutare chi ne ha bisogno.
dalla Gazzetta del Sud del 26 novembre 2011

Aggiungi un commento

Vostro Commento