Terremoto Calabria, epicentro a Scilla: -no danni-

La Protezione Civile esclude danni a persone e cose. Gente in strada per paura di altre scosse

REGGIO CALABRIA / La protezione civile ha escluso danni dopo la scossa di magnitudo 4.6 che ha colpito la Calabria all’1.12 della notte. Verifiche approfondite sono comunque in corso. Fortunatamente l’epicentro è stato molto profondo, ad oltre 40 km sotto la superficie. Questo ha fatto sì che le onde si propagassero in modo meno violento: LE MAPPE.

Nel caso di terremoti che tra maggio e giugno hanno colpito l’Emilia, l’ipocentro era stato localizzato a profondità inferiori ai 10 km. Negli ultimi giorni si stanno susseguendo diverse scosse di terremoto in Calabria. Questa è stata però quella più intensa. Fino alle 3 di notte non si sono verificate ulteriori scosse.

L’epicentro è stato localizzato per l’esattezza a Scilla. La gente è scesa in strada. Momenti di panico per le strade. Alle 2.50 la gente è ancora in strada in alcune zone di Reggio Calabria, come mostrano le webcam in diretta. Una notte insonne, nel timore di altre repliche.

Aggiungi un commento

Vostro Commento