San Sostene – Strada provinciale 131

Chiusura della SP131

Strada Provinciale 131

A San Sostene, grazie anche agli stimoli della Minoranza, sono finalmente iniziati i lavori del tratto di 500 metri della strada provinciale 131 – che collega direttamente il Centro storico con la Marina – strada questa che è interrotta al transito, esattamente da un anno, con enormi disagi dei cittadini sansostenesi.

I lavori in corso sono eseguiti, in conformità a precisi accordi con l’Amministrazione Provinciale di Catanzaro, a cura e spese della Società Falk che nella montagna sempre di San Sostene sta realizzando il parco eolico.

Per quanto riguarda tali lavori osservo che, in luogo del trasporto del terreno riveniente da detta strada alla montagna da parte della società Falk, è opportuno negoziare con la stessa, in contropartita, il rifacimento di un più lungo tratto della strada provinciale 131, sperando in un suo completamento il più presto possibile.

Ciò, avuto presente l’enorme quantità di terreno esistente in montagna e l’urgenza di ripristinare una corretta viabilità.

E’ indubbio che il rifacimento della strada provinciale debba essere considerato l’intervento prioritario da attuare, se si tiene conto che da tempo i sansostenesi non hanno accesso diretto al resto del territorio e sono costretti, con sacrifici personali e notevole dispendio economico a “mendicare” un passaggio dal comune di Davoli.

Sembra, però, che questo problema dei cittadini di San Sostene non preoccupi più di tanto il signor Sindaco Aloisio che dovrebbe ben sapere che la dignità di un popolo e il suo progresso sociale ed economico dipendono dalla sua indipendenza e dalla sua autonomia e, i cittadini di San Sostene, di dignità …. ne hanno sempre avuto da vendere!

Penso, inoltre, che la Società Falk trarrà benefici dall’apertura di quest’importante arteria; la minoranza ritiene quindi che sia il caso di sollecitare la stessa società ad ampliare il rifacimento previsto e l’Amministrazione Provinciale di Catanzaro a fare tutto il possibile per l’urgente completamento dei lavori che tanto angustia i cittadini di San Sostene.

Consigliere Capogruppo di Minoranza
Domenico Fera

Commento (1)

mastro vincenzo31 agosto 2009 alle 13:31

và precisato che non tutti i cittadini di san sostene hanno dignità da vendere . specialmente quelli che si vendono per un piatto di minestra . basta pensare che per un piatto di minestra è sufficiente rivolgersi ai centri sociali ; mangioa gratis e nello stesso momento salvaguardi il fondoschiena.

Aggiungi un commento

Vostro Commento