Spari in piazza, obbligo di dimora

S. Andrea Corapi e Andracchio arrestati per detenzione d’arma

Spari in piazza, obbligo di dimora

 

Francesco Ranieri
S. Andrea Jonio
Scarcerazione immediata e obbligo di dimora nel Comune di residenza. Questi i provvedimenti decisi ieri nei confronti di Giuseppe Corapi, di San Sostene, e Vincenzo Andracchio, di S. Andrea Jonio, dal Gip Adriana Pezzo nell’udienza di convalida dei provvedimenti cautelari a loro carico.

I due uomini (difesi di fiducia dall’avvocato Luigi Aloisio) erano stati arrestati la sera del 17 settembre scorso dai carabinieri del nucleo radiomobile di Soverato e delle stazioni di Santa Caterina e S. Andrea, con l’accusa di avere detenuto e portato in luogo pubblico, in concorso morale e materiale tra loro, una pistola semiautomatica calibro 9 corto, con matricola abrasa. Nei capi d’accusa loro contestati dal Pm, che aveva chiesto al Gip la custodia cautelare in carcere, si specificava che Corapi e Andracchio, «pur conoscendone la provenienza delittuosa, avevano acquistato e comunque ricevuto a fine di profitto la pistola», detenendo illegalmente anche circa sessanta cartucce. Nell’udienza di convalida presso il Tribunale di Catanzaro – Sezione del Giudice per le Indagini Preliminari, dunque, il Gip Adriana Pezzo ha applicato ai due uomini la sola misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di residenza, ordinandone la scarcerazione.

dalla Gazzetta del Sud del 21 Settembre 2008

Aggiungi un commento

Vostro Commento