SP131 , la minoranza insiste

Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri
Dipartimento della Protezione Civile
ROMA
 
All’Assessore regionale delegato per la
Protezione Civile della regione Calabria
CATANZARO
 
All’Amministrazione Provinciale di Catanzaro
 
Al Prefetto di Catanzaro
 
 
San Sostene, 28 Ottobre 2009
 
Oggetto: STRADA PROVINCIALE N. 131 SAN SOSTENE – SAN SOSTENE SCALO
 
Il sottoscritto Fera Domenico, in qualità di portatore d’interessi collettivi per il ruolo di Capogruppo Consiliare di Minoranza, che riveste nel comune di San Sostene in provincia di Catanzaro,
 
premesso che:
 
* la strada provinciale di cui all’oggetto è chiusa al transito sin dal mese di settembre 2008 a causa di:
- lavori per l’interramento del cavo di collegamento tra il parco eolico e la stazione di trasformazione;
- eventi alluvionali dei mesi di dicembre 2008 e gennaio 2009.
 
*La sede stradale di questa arteria, in passato più volte ripristinata senza risolvere adeguatamente questo annoso problema che puntualmente si ripropone in presenza di intense precipitazioni atmosferiche: probabilmente, in dipendenza della fragilità idrogeologica dei versanti su cui è stata costruita.
 
*La strada provinciale in parola – attualmente oggetto di parziali lavori volti al ripristino di un tratto di m. 500 a cura e spese della Falk, quale Società realizzatrice del parco eolico, secondo accordi raggiunti con l’Amministrazione provinciale di Catanzaro – dovrà subire interventi comportanti una spesa consistente stimata in Euro 2.500.000 circa.
 
*L’Amministrazione Provinciale di Catanzaro non dispone dei fondi necessari, peraltro già stanziati dal Dipartimento della Protezione Civile per gli eventi alluvionali dei mesi di dicembre 2008 e gennaio 2009 ma non ripartiti, così come potrà rilevarsi dalla lettera che si allega in copia.
 
Tutto ciò premesso e
considerato che:
 
 
*la strada provinciale n. 131 è per l’economia di San Sostene di vitale importanza in quanto è l’unica arteria che unisce il Centro storico con la Marina e che consente ai sansostenesi di accedere ai loro poderi anche tramite un bus di linea, con un percorso breve, in relazione alle strade che collegano il borgo collinare di San Sostene con l’esterno.
 
*A seguito dell’interruzione di detta strada provinciale i cittadini di San Sostene non hanno più accesso diretto al resto del territorio e sono costretti, con sacrifici personali e notevole dispendio economico, a spostarsi utilizzando prevalentemente la strada provinciale che collega San Sostene a Davoli superiore.
 
*Il notevole lasso di tempo dell’interruzione.
 
Chiede
 
agli Enti e Autorità in indirizzo, ciascuno per le proprie competenze, di voler disporre, con cortese urgenza, i necessari interventi con atti concreti che risolvano il problema illustrato che tanto angustia i cittadini di questo “nostro” lembo di terra martoriato e dimenticato.
 
Confida nel Vostro operato affinché la strada provinciale n. 131 venga  definitivamente ripristinata.
  
Nel ringraziare porge distinti saluti.
 

Capogruppo Consiliare di Minoranza

Domenico Fera

 

Commenti (2)

pil6 novembre 2009 alle 13:22

Fai bene ad insistere. Cerca di ( coinvolgere ) anche la popolazione con qualche atto, altrimenti la strada sarà pronta forse a novembre del 2010.

Mimmo6 novembre 2009 alle 13:37

Caro Mimmo, Ti ho già risposto sul Forum. Mi congratulo con Te per la caparbietà, la sagacia e la voglia che hai di fare per questo paese. Se io fossi al posto del Sindaco, sarei fiero di avere un opposizione che “stimola” e controlla la maggioranza. Solo così ci può essere segno di Democrazia . Complimenti ancora per l’impegno.Ciao

Aggiungi un commento

Vostro Commento