Satriano, condannato ex sindaco

Per il danno conseguente al mancato completamento di una procedura espropriativa la Sezione giurisdizionale della Corte dei Conti (presidente Luciano Coccoli, Giudici Anna Bombino e Ida Contino) ha condannato l’ex sindaco di Satriano Antonio Maduri e il tecnico comunale dell’epoca, Leonardo Catalano, al pagamento della somma complessiva di 2.500 euro di cui 1.500 a carico di Maduri e 1.000 a carico di Catalano, a cui vanno aggiunte le spese di giudizio.
La condanna per danno erariale fa seguito alla pubblica udienza del 22 settembre. Maduri e Catalano erano stati citati in giudizio nel 2009 dalla Procura regionale della Corte dei Conti che aveva chiesto la loro condanna al pagamento, in favore del Comune di Satriano, della somma di 125 mila euro, ridotta poi dal collegio giudicante a 2.500 euro. La vertenza trae origine dal riconoscimento del debito derivante da una sentenza del 2006, non appellata, emessa dal Tribunale di Catanzaro in un giudizio civile promosso dalla proprietaria di un terreno per il risarcimento dei danni conseguenti alla occupazione e illegittima acquisizione del suolo per la costruzione del mercato coperto, senza che venisse emesso il decreto di esproprio e corrisposta la relativa indennità da parte del Comune. L’avvio della procedura di esproprio risale al 1978.(b.c.)
dalla Gazzetta del Sud del 30 ottobre 2011

Aggiungi un commento

Vostro Commento