Sarà un grande evento la fiera mediterranea Food & Beverage

È già considerata un grande evento, a due settimane dall’inaugurazione, la "I Fiera Mediterranea del Food & del Beverage". «Lo è – si legge in una nota – per l’interesse che ha suscitato tra i grandi importatori esteri di prodotti italiani (arriveranno da Stati Uniti, Germania, Gran Bretagna, Austria, Russia, Ungheria, Danimarca, Svezia, Francia, solo per citarne alcuni); lo è per l’adesione entusiastica dei buyer della grande distribuzione alimentare (Auchan, Pam, Panorama, Sidis, Sisa, Sma, Unes, Tuo, Carrefour, ecc.) e per quella delle tantissime aziende calabresi (250) che vedono in questo appuntamento l’occasione per far conoscere i propri prodotti a livello internazionale.
La macchina organizzativa – aggiunge – messa su da "Catanzaro Fiere", con in testa il presidente Floriano Noto, non ha lasciato nulla al caso e per l’apertura degli stand, sabato 6 novembre nell’area fieristica del Parco Commerciale "Le Fontane", è stato già tutto definito. In particolare, il programma degli eventi collaterali che, tra convegni, corsi di cucina, concorsi gastronomici e dirette televisive, animerà i nove giorni di esposizione». Nel dettaglio, lo si potrà consultare sul sito della fiera, all’indirizzo www.mediterraneafeb.com
Tra gli appuntamenti più interessanti, quelli previsti nella prima giornata, alle ore 17, quando illustri docenti universitari intratterranno gli ospiti sulle caratteristiche nutrizionali della Dieta mediterranea. Il professore Antonino De Lorenzo, Ordinario di Nutrizione Umana presso la Facoltà di Medicina dell’Università "Tor Vergata" di Roma, incentrerà la sua relazione sul riconoscimento della dieta mediterranea quale patrimonio dell’umanità. Seguirà l’intervento del dottor Vincenzo Capilupi, medico chirurgo specialista in Scienza dell’Alimentazione ad indirizzo dietetico e docente in Dietofarmacia presso l’Università Magna Graecia di Catanzaro, che illustrerà i risultati di un progetto portato avanti in un istituto comprensivo, teso a coniugare una sana alimentazione con l’attività fisica per prevenire eventuali, ma molto diffusi, disturbi legati all’obesità.

La giornata di sabato 6 novembre si concluderà con una esposizione intitolata "Il pane di Calabria", a cura del vice presidente dell’Assipan, l’Associazione Italiana Panificatori e Affini, e con una degustazione dei vari tipi di pane calabrese.

dalla Gazzetta del Sud del 24 ottobre 2010

Aggiungi un commento

Vostro Commento