Problemi al depuratore consortile di Isca sullo Jonio

Sant’Andrea Jonio Problemi al depuratore consortile

Schiuma e liquami in mare
Francesco Ranieri 13/08/09 : Interviene la Guardia costiera. Problemi al depuratore consortile di Isca.

 

S. Andrea Jonio Tredici agosto 2009, bagnanti all’asciutto. La causa? Schiuma e chiazze di dubbia provenienza in mare. Il problema si è verificato intorno alle 11 di ieri. La scia di liquami, proveniente da sud, molto probabilmente a causa di un problema all’impianto del depuratore consortile di Isca, si è estesa da riva verso l’interno su una fascia di circa dieci metri, rendendo problematico l’ingresso in acqua. Qualche temerario si è tuffato confidando, probabilmente, che la corrente facesse un po’ di pulizia. Qualcun’altro, invece, ha preferito allertare la guardia costiera che, nel giro di un quarto d’ora, ha inviato una vedetta dall’ufficio circondariale marittimo di Soverato per effettuare un sopralluogo. Sospinta dal vento, però, la schiuma ormai si era portata più a nord ed era stata sfaldata dalla corrente. Gli uomini della guardia costiera hanno comunque monitorato la situazione e raggiunto il gruppo di bagnanti che aveva effettuato la segnalazione per raccogliere le loro testimonianze. L’origine dei liquami non lascia dubbi, visto che il depuratore di consortile di Isca (che serve Badolato, Isca e S. Andrea) aveva subito un guasto con fuoriuscita di liquami attorno alle vasche e nel torrente Gallipari, finendo così in mare. E proprio sulle vasche, ieri mattina, erano in corso i lavori di riparazione.(f.r.)

dalla Gazzetta del sud del 14 agosto 2009

Commenti (2)

Velenocz14 agosto 2009 alle 07:21

Sono nato e cresciuto a San Sostene, non ho mai visto un mare sporco come quest’anno……..

Gianni Ricci30 agosto 2009 alle 16:45

Dopo svariate proteste ho avuto modo di parlare con il Sindaco si S.Andrea dello Jonio ho fatto anke delle foto del Sindaco in localita’ Canneto vicino al Villaggio Santa’ Andrea, il Sindaco mi ha raggiunto e mi ha fatto cancellare le sue foto, non so che cosa potesse avere d’importante visto che in quel momento era in missione istituzionale, e molto carinamente ci ha detto ” CHE CAZZO CI VENITE A FARE”, caro sindaco le posso assicurare che la prenderemo in parola, infatti non ci verro’ piu’ e faro’ in modo che nessuno ci metta piede in quella zona. Caro Sindaco la ringrazio per la Sua calorosa accoglienza e le auguro di diventare al piu’ presto un normale cittadino.

Aggiungi un commento

Vostro Commento