Paura per la disperazione di un operaio

Nella mattinata di ieri , davanti alla chiesa di San Sostene Marina si sono vissuti attimi di apprensione , quando un operaio di 52 anni residente a Davoli esasperato per i continui mancati pagamenti degli stipendi maturati con un impresa di San Sostene, ha deciso di compiere un gesto eclatante per mettere in risalto il suo dramma .
Dopo essersi legato davanti alla chiesa Parrocchia Madonna del Rosario minacciava di darsi fuoco brandendo un bidoncino di benzina , subito sul posto sono intervenuti i Carabinieri della stazione di Davoli alla guida del Maresciallo Albanese e un altra pattuglia da Soverato, in appoggio anche una postazione del 118 .
Dopo che l'operaio è stato convinto dal Maresciallo Albanese a desistere dal gesto che aveva programmato , è stato colto da malore e soccorso dai medici già sul posto .

Operaio disperatoNon sappiamo se sia dovuto alla crisi in atto o sia dovuto ad una consuetudine , la pratica di non pagare , o ritardare i pagamenti degli operai .
Gesti come questo ne sono la conseguenza ,da una parte  la disperazione che colpisce le famiglie e che gli viene negato anche quello per cui hanno sudato.

Dall'altra l'indifferenza di chi ne approfitta traendosene degli utili e calpestando la dignità delle persone.
 


la foto è la mia , scattata da me , perchè ero presente!
Stefano

Commento (1)

rocco pietro loiero31 ottobre 2012 alle 18:57

la ditta in questione dovrebe vergognarsi.

Aggiungi un commento

Vostro Commento