Parco eolico, una vera risorsa

Possibili benefici anche per quanto riguarda la tassazione locale

Torre EolicaSulla bontà della realizzazione di un parco eolico per la produzione di energia elettrica il Comune di Badolato non ha dubbi. Ed è una posizione in qualche modo diffusa tra le forze presenti in consiglio comunale, come emerso anche dall’u ltima seduta dell’assise cittadina. L’esponente dell’o p p o s i z i one Antonio Carioti ha punzecchiato il sindaco Nicola Parretta su questo argomento, sostenendo di non aver visto finora una grande convinzione dell’amministrazione comunale nel percorrere la strada della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Carioti, in sostanza, ha sostenuto che il Comune starebbe procedendo a singhiozzo nel settore, e senza un quadro progettuale complessivo: «In consiglio si è parlato spesso di tali argomenti ma ancora non abbiano visto nulla, né un pannello fotovoltaico sugli edifici pubblici né una pala eolica». La risposta del primo cittadino è stata netta e volta a respingere la tesi sostenuta dal consigliere: «Sull’eolico nutriamo molte speranze – ha affermato Parretta – nonostante nei mesi scorsi abbiamo ricevuto numerose lamentele da parte di un comitato che lamentava l’i mpatto del cavidotto a servizio del parco, che avrebbe finito per deturpare il paesaggio non solo nostro ma dei diversi paesi che avrebbe attraversato. Mi sembra –ha affermato Parretta – che le cose non saranno proprio così e non perché lo diciamo noi ma perché ci sono talmente tante leggi da osservare e autorizzazioni e nulla osta da acquisire che ritengo abbiano, tra l’altro, anche lo scopo, importantissimo, di salvaguardare l’ambiente». Nelle sue considerazioni, Parretta ha anche evidenziato che il parco eolico – che disporrà, una volta completato, di diciannove aerogeneratori – «è una risorsa importante, che sarà in grado di cambiare, e in meglio, il volto al bilancio del Comune di Badolato, che potrà trarre grandi benefici dalla realizzazione dell’impianto». Intanto, quanto alla procedura, nel mese di dicembre si terrà la seconda conferenza dei servizi, nella quale sarà ulteriormente definito il percorso burocratico dell’iniziativa e «quando la società riceverà l’ok della Regione – ha evidenziato il sindaco –al Comune saranno erogati, una tantum, 600mila euro più trecentomila in opere pubbliche. E le cose andranno ancora meglio una volta a regime, con gli incentivi di produzione e i certificati verdi che si potranno rivendere ». Una simulazione di parco eolico Con una prospettiva finanziaria del genere, il primo cittadino ha evidenziato anche i possibili benefici per quanto riguarda la tassazione locale: «Andremo anche a ridurre i costi dei servizi e potremo abbassare i tributi – ha infatti spiegato Parretta – andando così incontro ai nostri cittadini in maniera concreta»

Francesco Ranieri

dalla Gazzetta del Sud del 28 novembre 2012

 

Commento (1)

admin28 novembre 2012 alle 12:42

Potemmo abbassare i tributi dicono ……

Come a San Sostene che hanno quadruplicato l'addizionale comunale IRPEF passando dall 0,2 allo 0,8 %  , in soldoni un dipendente che prima gli venivano trattenute 5 euro al mese d'ora in avanti si vedrà prelevare 20 euro al mese. Dicono che è necessario per esigenze di "bilancio" .
Anche a noi ci avevano detto che gli enormi introiti del parco eolico avrebbero portato benefici alla comunità ……

Aggiungi un commento

Vostro Commento