“Minoranza allo Sbando” la replica del Sindaco

“Minoranza allo sbando” La replica del sindaco Il gruppo consiliare di minoranza “ Davoli in cammino” nei giorni scorsi ha denunciato l’inconcludenza dei primi cento giorni della nuova ammistrazione, accusandola di derubricare e accantonare i problemi di Davoli, il fallimento dei primi cento giorni a dire del gruppo di minoranza deriverebbe dal fatto di un aumento della indennità di carica, l’inquinamento della spiaggia, la variante ai lavori della villa comunale di Davoli centro, senza un parere geologico, e l’affidamento dell’ufficio tecnico già precedentemente, a loro dire,a persona che rimossa dall’incarico. La denuncia riguarda anche il rischio di poter perdere i finanziamenti per i lavori di riqualificazione della strada statale 106 ionica, la cancellazione di un progetto per l’installazione del fotovoltaico su alcuni edifici di proprietà del comune, e poi ancora il piano spiaggia e il piano di variante semplificata al PRG. Per cui i Davolesi, concludono, chiedono una buona ammistrazione. Immediata e dura la risposta del gruppo di maggioranza “Per il Futuro di Davoli” capeggiata dal sindaco Antonio Corasaniti, che si legge in una nota-parla di “una opposizione allo sbando”che dopo la batosta elettorale non riesce a fare opposizione costruttiva lanciando una campagna di accuse false contro la attuale amministrazione, in quanto i lavori della villa comunale sono stati oggetto di relazione geologica depositata il 13 maggio con nr di protocollo 3150, il 70% della indennità di carica è stato destinato ad interventi concreti, e non per pagare un responsabile di servizio, scelto dal sindaco come è avvenuto in passato. Secondo la maggioranza la spiaggia è pulita. il Piano strutturale sta procedendo recuperando i gravi ritardi causati dalla precedente amministrazione. Su una cosa pero non si transige e cioè sul fatto che si possano denigrare delle persone, nessun uomo politico che abbia un minimo di cultura democratica, di senso civico, può permettersi di offendere una persona i cui diritti sono costituzionalmente garantiti. Coloro che mossi da supponenza, scrive il gruppo guardino al proprio interno, nella propria cerchia. Il gruppo di maggioranza continuerà a lavorare con serietà e impegno per il futuro di Davoli.

da Calabria Ora del 26.07.2010               Mario Arestia

Aggiungi un commento

Vostro Commento