Magna Græcia film festival A rischio l’edizione 2012?

Maria Anita Chiefari

Soverato
Il clima di "austerity" caratterizzerà anche la programmazione estiva 2012. Ormai, del resto, è quasi un’abitudine dopo che a Natale non ci sono state luminarie e a Carnevale niente carri allegorici. Adesso tocca alla rassegna teatrale che potrebbe addirittura saltare.
«Si devono garantire i servizi essenziali, che rappresentano delle priorità assolute – ha così dichiarato il primo cittadino di Soverato, Leonardo Taverniti. Per la cultura e lo spettacolo, quindi, ci dovremo accontentare con le risorse locali, e tra i nomi trapelati ci sarebbero lo storico Ulderico Nisticò e il regista Tonino Pittelli».
«L’amministrazione comunale – ha così, invece, dichiarato l’assessore al Turismo Emanuele Amoruso – ha sposato lo slogan "eventi a costo zero da giugno a settembre". In questo àmbito la notizia più eclatante è il possibile "naufragio" del Magna Græcia Film Festival , che dal 2004 arricchisce le nostre estati alla Villa Comunale. Si tratta di una grande manifestazione a carattere nazionale con le telecamere della Rai, di grande respiro culturale, che perderebbe la continuità a Soverato e il suo affezionato pubblico di cineamatori. Allo stato attuale sembrerebbero mancare le condizioni per ospitarlo e il suo ideatore, Gianvito Casadonte, contattato telefonicamente dalla "Gazzetta del Sud", ha replicato con un "no comment". Allo stesso tempo ha annunciato che sarà un grande festival, ma si è riservato di svelare la nuova location. Va aggiunto che il Comune di Soverato è debitore del contributo dell’edizione 2010 e 2011 e la questione è finita in mano di legali. Le posizioni tra le parti, quindi, sono irremovibili.
Voltando pagina ci si può confortare con l’annuncio dell’assessore Amoruso dell’ inaugurazione a breve del portale "soveratoturismo.it". che sarà una finestra su Soverato e dintorni, in cui si illustreranno le potenzialità del territorio. A breve verrà anche pubblicato un bando rivolto alle associazioni culturali e ricreative locali per meglio organizzare e programmare la stagione.
«Si stanno intensificando – ha proseguito Amoruso – i rapporti con la Pro Loco, capitanata da Giuseppe Chiaravalloti, e con le associazioni dei quartieri, insieme possiamo fare grandi cose». Dovrebbe essere allestita una mini-rassegna teatrale sotto le stelle, ossia all’esterno del Teatro Comunale, e in quest’àmbito emerge il grande impegno del presidente del Consiglio, Sonia Munizzi, che sta cercando di reperire la copertura economica attraverso il coinvolgimento degli enti superiori quali Provincia e Regione. L’assessore al ramo si batterà per il collegamento terrestre della tratta Soverato-Lamezia e viceversa per rendere agevoli i collegamenti con l’aeroporto. Sono stati messi appunto dei pacchetti turistici con un gruppo di albergatori per offrire una buona qualità in termini di soggiorno e di vitto a prezzi contenuti. L’asso della manica del Sindaco Taverniti sembrerebbe Chiara Giordano, direttrice artistica di "Armonied’artefestival".
dalla Gazzetta del Sud del 11 marzo 2012

Aggiungi un commento

Vostro Commento