Le associazioni territoriali si uniscono per crescere insieme

Davoli
A fine 2011 vi era stato un’incontro di tutte le associazioni presenti nel territorio davolese, un incontro che lasciava presagire qualcosa di innovativo sulle collaborazioni fra associazioni, con attenzione all’organizzazione e, soprattutto, all’operare di concerto nelle varie attività ludico culturali portate avanti dai sodalizi locali.
Luciano Alcaro se ne era fatto promotore e, dopo il primo incontro, le associazioni si erano date appuntamento per i primi mesi dell’anno. Così giovedì 1 marzo, il presidente della Pro Loco davolese, ha convocato una riunione che si terrà nella sede della Pro Loco davolese e che vedrà partecipare i presidenti delle associazioni, sperando si riesca a tradurre nei fatti i buoni propositi esternati nel 2011, affinché vi possa essere una stagione 2012 piena di eventi culturali, ludici e, perché no, gastronomici.
C’è da evidenziare nel frattempo che già in qualche occasione, a Natale e Carnevale scorso, diverse associazioni come il Cid, l’Acr e la Pro loco abbiano conglobato i loro sforzi verso un unico obiettivo e cioè momenti di forte aggregazione sociale di grandi e piccini. Obiettivo, in definitiva, ben raggiunto e forse andato oltre le aspettative degli organizzatori.
Nell’ incontro avuto con la "Gazzetta del Sud", Luciano Alcaro tiene a comunicare l’entrata della Pro Loco davolese nell’Umpli. Infatti nell’assemblea del 12 febbraio tenutasi a Maida al teatro Gallo, lo stesso Alcaro è stato inserito nel collegio dei Probiviri.
«Sono contento che la nostra associazione faccia parte dell’Umpli – afferma Alcaro. Circa una trentina di associazioni vi hanno aderito e sono convinto che il nostro presidente provinciale, Vincenzo Ruperto, riuscirà a dare l’impulso giusto su una collaborazione tra le Pro Loco». (m.a.)
dalla Gazzetta del Sud del 27 febbraio 2012

Aggiungi un commento

Vostro Commento