Lavori complessi nelle aule della Media Affittati locali privati

Patrizia Linda CecaroSi è rivelato più complicato del previsto l’inizio d’anno scolastico per gli alunni e i docenti della scuola media di San Sostene Marina costretti, per via di alcune lesioni comparse nella struttura, a svolgere attività didattica in altri locali. Il problema non appare di immediata soluzione, tanto che il Comune guidato dal sindaco Patrizia Linda Cecaro ha deciso di affittare degli altri locali nei quali ospitare le classi interessate dal disagio. Le lesioni sono state notate all’apertura della scuola sulla parete sud-ovest del corpo aggiunto del plesso. Secondo una relazione del tecnico comunale, ing. Giuseppe Sestito, le crepe sarebbero dovute a una rotazione con conseguente cedimento strutturale del corpo aggiunto. Un problema che, sin da subito, è stato tenuto nella giusta considerazione, tanto che subito, oltre a sgomberare le aule interessate con un’ordinanza del sindaco, si è proceduto a svolgere un’accurata verifica volta al ripristino della struttura. Già lo scorso 23 settembre, come riferito su queste colonne, i ragazzi sono stati trasferiti in alcuni locali, appartenenti a un privato, poco distanti dal plesso e con destinazione pubblico-sociale. Altri locali di proprietà comunale non sono stati trovati: alla luce di una rapida ricerca, infatti, la delegazione comunale non è nelle condizioni per essere adibita a servizio della scuola; a Chiaranzano il locale dell’ente ospita un Centro diversamente abili; nel centro storico, l’edificio comunale ha anch’esso delle lesioni, tanto che per ristrutturarlo è stato già chiesto un finanziamento. L’idea di fondo, comunque, è stata quella di reperire dei locali vicini alla struttura centrale, in modo da limitare i disagi degli alunni in termini di spostamenti. Ora dovranno essere eseguiti alcuni lavori di adeguamento per le nuove aule, visto che la permanenza si prospetta tra l’altro più lunga del previsto, considerato che i lavori di ricostruzione delle aule lesionate non sembra saranno possibili prima di tre o quattro anni. 
Francesco Ranieri

dalla Gazzettadel Sud del 15 Ottobre 2013

Aggiungi un commento

Vostro Commento