La Pro Loco di Davoli a Chiaravalle

DAVOLI. La poliedrica Pro Loco di Davoli sbarca a Chiaravalle per uno spettacolo teatrale. Dopo gli enormi successi collezionati nel corso di questi ultimi anni, la sinergia e il  sodalizio che legano l’ associazione davolese al brillante regista Pittelli, li vedrà cimentarsi ancora una volta in una prova che ne contraddistingue la personalità e la bravura: recitare su un palcoscenico. E sarà il teatro di Chiaravalle, il Teatro Tempo Nuovo, a battezzare l’improvvisata compagnia di attori, o meglio di sognaTTori come piace loro definirsi, portando in scena due spettacoli, entrambi in dialetto, dal titolo “Chiacchierandu, chiacchierandu…vi dicimu ‘a verità”.  Trattasi in realtà di un contenitore in versi, in cui verranno raccontate le opere di Filomaco, poeta di Siderno la cui peculiarità è quella di scrivere in rima. Due i racconti rappresentati: “U duettu du ‘mpossibili” e “u librettu ‘mpatatu”, la prima, rappresentazione di una realtà calabrese, fatta di difficoltà, assolutamente attuale, la seconda una vera e propria farsa. Il tutto arricchito con canti, personaggi e musica estremamente originali ed accompagnati dalla musica dei bravi Norilet. Un passo impegnativo per la Pro Loco della presidentessa Mara Corasaniti, un momento ambizioso ed al contempo significativo che premia i profani interpreti delle opere scoprendo caratteri assolutamente portati e brillanti nella recitazione. E fondamentale è soprattutto la collaborazione che lega i due comuni, Davoli e Chiaravalle, così lontani, ma così vicini, passo che segna l’inizio di futuri sodalizi.

Tra gli interpreti dell’opera Claudio Bertucci, Giuseppe Corasaniti, Graziella Scicchitano, Salvatore Gualtieri, Vittorio Procopio e naturalmente Antonio Pittelli. L’appuntamento è a Chiaravalle, presso il Teatro Tempo Nuovo, sabato ore 21.00 per tutti gli abbonati e domenica alle ore 18.00 per tutti, al prezzo di 7 euro.

 

(da Calabria Ora del 12.04.2008)                                      VITTORIA CORASANITI

 

Aggiungi un commento

Vostro Commento