La Minoranza replica alle dichiarazioni del Sindaco.

a San Sostene La Minoranza replica alle dichiarazioni del Sindaco.
di seguito viene riportata la replica inviata a Telejonio

Egregio Direttore di Telejonio,

i Consiglieri di Minoranza del Comune di San Sostene hanno ascoltato con molto interesse, ma con grande stupore, l’intervista del Sindaco pro-tempore, signor Luigi Aloisio, sulle presunte continue denunce sul parco eolico, già oggetto di un articolo pubblicato dalla Gazzetta del Sud il 22.08.2008.

 

Confidando nel diritto di replica che la Sua Emittente ha sempre consentito, La preghiamo di voler esporre integralmente la nota di seguito riportata.

 

Nell’intervista – trasmessa da codesta emittente il 21.08.2008 – il Sindaco sostiene – tra l’altro – che, su presunte “sciocchezze del Gruppo di Minoranza, i Carabinieri della Stazione di Davoli hanno fatto visita negli uffici comunali chiedendo documenti riguardanti il parco eolico” e che “le tante persone di San Sostene che lavorano al parco eolico devono sapere che ci sono i soliti, le solite persone, che ancora continuano a dare fastidio” ; inoltre, sempre il sindaco, nel suo show televisivo suggerisce alle Forze dell’Ordine la linea di condotta che per l’avvenire dovrebbero seguire, per evitargli di stare dietro a questo stillicidio continuo.

 

Ad avviso della Minoranza le affermazioni del Sindaco sono di una gravità inaudita.

 

Emerge, infatti, chiaramente dall’intervista che l’obiettivo strategico del Sindaco è quello di addossare, in modo falso e specioso, al Gruppo di Minoranza le inefficienze della Maggioranza e non quello di soddisfare puntualmente le esigenze quotidiane, talvolta urgenti della popolazione, come ad esempio l’emergenza idrica tuttora presente a San Sostene.

 

Ma andiamo con ordine.

 

Le affermazioni del sindaco in merito alle denunce – continua Fera – sono false e infondate, nonché infamanti, a danno della Minoranza che non ha mai presentato o inoltrato denunce sul parco eolico, sulla cui realizzazione la stessa Minoranza non ha mai posto veti.

 

Pertanto i Consiglieri di Minoranza respingono, con tutte le loro forze, le elucubrazioni del Sindaco che, d’altro canto, quando non sa più cosa dire pronuncia ripetutamente la parola “denunce”; evidentemente ne riceve molte e bene farebbe a chiedersi da dove provengono se non lo sa oppure di smetterla con le falsità, facendo nome e cognome ed esibendole pubblicamente.
Nel contempo, diffidano il sindaco ed il vice sindaco dal divulgare notizie false, infondate ed infamanti sull’operato della Minoranza.

 

La verità è che, non potendo acquisire il consenso della minoranza sul suo operato spesso discutibile, il sindaco cerca di creare confusione tra la gente, per fomentare sospetti e disagi al vivere sociale, secondo una logica antidemocratica che non appartiene alla minoranza.

 

Risulta poi preoccupante che il sindaco nel suo delirio di onnipotenza critichi il giusto operato dei Carabinieri di Davoli, a cui va tutta la nostra solidarietà ed apprezzamento per l’opera sempre svolta a favore dei cittadini e della legalità senza bisogno di consigli inappropriati ed inadeguati come quelli espressi dal sindaco.

 

Le persone che lavorano al parco eolico devono sapere che la minoranza non ha mai fatto denunce in merito, ne mai ostacolato il loro sacrosanto diritto al lavoro e che, se intoppi ci sono, questi sono da attribuire all’incapacità del sindaco.

 

E’ doveroso segnalare al sindaco, che non l’ha ancora capito, che i sansostenesi non sono ingenui e quindi la smetta di dire al lupo, al lupo, se poi il lupo è … lui.

 

Dobbiamo anche rilevare che nella seconda parte dell’intervista il Sindaco ha elencato presunte opere realizzate o realizzande ma si è nuovamente dimenticato, stranamente, di informare la popolazione dei prestiti accesi che hanno più che raddoppiato il debito del nostro Ente di euro 2.500.000,00 circa, compreso, naturalmente, il debito della somma di Euro 250.000,00 nei confronti della Regione Calabria per fornitura di acqua potabile: un bambino che nasce oggi a San Sostene ha, quindi, sulle spalle un debito di oltre 2.000,00 Euro.

 

Reputiamo, infine, doveroso precisare che a San Sostene la disoccupazione è ancora largamente diffusa e che quindi non è ancora caduta la manna dal cielo per opera dell’attuale Amministrazione guidata dal sig. Luigi Aloisio che continua a descrivere nei suoi show televisivi San Sostene come un paese delle sette meraviglie, creando così facili illusioni specialmente nei giovani.

 

Pensi dunque il sindaco ad agire solo per il bene del paese e si astenga da ulteriori interventi che, privi di ogni fondamento, falsi ed ingiuriosi, finiscono per gettare ombre solo sulla sua amministrazione.

Consigliere Capogruppo di Minoranza

F.to Domenico Fera

San Sostene, 23.08.2008

 

Trasmessa a Telejonio a mezzo fax il 23.08.2008 alle ore 16.31.

Commenti (2)

admin1 settembre 2008 alle 11:31

ad oggi l’emittente televisiva citata nella dichiarazione NON ha nè letto questo comunicato , nè intervistato il Capogruppo della minoranza , per concedergli il diritto di replica.
W la democrazia !

admin10 settembre 2008 alle 18:35

18 Giorni !
Ancora Nulla , Telejonio non ha concesso il diritto di replica.
Chissà forse se l’avrebbero invitati a mangiare “carne e crapa” in un area picnic di San Sostene ( come fà qualcuno), sarebbero subito accorsi .
W l’Italia !!

Aggiungi un commento

Vostro Commento