La loggia di Satriano torna a riunirsi

La loggia di Satriano torna a riunirsi

All’indomani della sentenza del gup del tribunale che ha prosciolto, “per non aver commesso il fatto”, il proprio maestro venerabile ed altri adepti dall’accusa di aver violato la legge Anselmi in fatto di costituzione di associazioni segrete, l’oriente massonico di Satriano Marina riprende i suoi lavori. «L’occasione – si legge in una nota – è offerta dall’annuale celebrazione della scadenza del solstizio d’estate da parte delle tre logge che sulle rive dell’Ancinale hanno sede e  che fanno capo alla Gran Loggia Scozzese del Mediterraneo: Francesco De Luca, Joseph Rudyard Kipling e Luigi Rossi. La cerimonia iniziatica  culminerà con l’investitura a Sovrano Gran Commendatore del Rito  Scozzese Antico ed Accettato di Emilio De Rose. Medico, ex parlamentare ed ex ministro ai Lavori pubblici nel governo Goria. Rivolgendosi ai giovani il nuovo Sovrano Gran Commendatore del Rito Scozzese Antico ed Accettato sottolinea la loro passione nel «lottare contro le ingiustizie ed a diffondere piccole onde di speranze ». Sicché, dall’incontro di quei «molteplici centri di energia e di coraggio, si formerà una corrente – come diceva Robert Kennedy – che può travolgere la più importante muraglia eretta dall’ignoranza e dall’oppressione». De Rose subentra nella sua alta carica iniziatica a Vincenzo Cassadonte che aveva deciso di «cedere il maglietto» molto tempo prima, senonché, «essendo subentrata la nota vicenda giudiziaria che ci ha tanto amareggiato e che ha contribuito a gettare sulla nostra istituzione più d’una ombra di discredito, ho preferito soprassedere e rimanere nella mia carica affinché la verità non fosse stata ristabilita e l’ordine massonico che avevo l’onore di presiedere non fosse stato pienamente riabilitato nel suo onore e nella sua autorevolezza. Così è stato, e adesso è con orgoglio e con la massima gioia che cedo il passo a forze più giovani ed intraprendenti di me».

da Calabria Ora del 28-6-2008

Commento (1)

Andrea Dell Acqua14 settembre 2014 alle 16:01

Mafia ndrangheta e massoneria fatta certo di distruttori non di muratori fa affari con ndrangheta mafia e camorra nei comuni e nelle asl ed uo di legnano parabiago busto garolfo.come se non si sapesse. coinvolti mammone grande grillo mancuso rinzivillo pisano vizzini pizzo emanuello

Aggiungi un commento

Vostro Commento