La Casa della Salute? Un modello d’eccellenza

Riflettori accessi, oggi pomeriggio, per quanto riguarda la gestione della sanità nell’àmbito del comprensorio delle Preserre. Stipula della convenzione, quale atto propedeutico per consentire l’ avvio delle procedure di riconversione dell’ex ospedale “San Biagio” in “Casa della Salute”. Iniziative “pro-riconversione” che si stanno susseguendo in queste ultime ore, non solo ai vari livelli istituzionali in quanto sono coinvolti Regione Calabria, Asp di Catanzaro, Comune e Provincia, ma sta interessando molto gli esponenti della politica regionale, assieme ai responsabili della gestione come il direttore generale dell’Azienda sanitaria di Catanzaro Gerardo Mancuso. Per il direttore generale la “Ca – sa della Salute di Chiaravalle Centrale, oltre a essere la prima in Calabria, è importantissima anche a livello nazionale, «perché rappresenta un modello di “capillarizza – zione” in quanto predisposta per un’utenza calcolabile in circa 25.000 unità. Un numero inferiore rispetto alle altre strutture in Italia. Una cifra che garantirà una maggiore attenzione e vicinanza al paziente e che permetterà di risparmiare risorse. Un risultato lodevole soprattutto perché colto in un momento drammatico per l’erogazione dei servizi ai cittadini a causa dei continui tagli attuati, negli anni passati, al settore sanitario. Un ente che sgraverà gli ospedali dal peso di prestazioni, e di costi, che non bisognano di eleelevata specializzazione, e che darà così un sensibile contributo per un miglioramento generale della qualità della vita del cittadino. Sono tutte considerazioni di Gerardo Mancuso che sarà presente nella sala di Palazzo Staglianò a sottoscrivere la convenzione con il Governatore della Calabria Giuseppe Scopelliti ed il sindaco Gregorio Tino. Sull’appuntamento è intervenuto pure il presidente del consiglio regionale Francesco Talarico che ha parlato di “Case della Salute” come nuovo punto di riferimento per l’assistenza sociosanitaria in una porzione importante di territorio. In una nota inviata al sindaco Gregorio Tino parla di conferma del trend positivo della Regione Calabria, soprattutto per quanto riguarda l’aumento dell’offerta sanitaria.
Vincenzo Iozzo
dalla Gazzetta del Sud del 24 Ottobre 2013
 

Aggiungi un commento

Vostro Commento