IL VOLTO NUOVO DI DAVOLI

DAVOLI. Una Davoli che è destinata a cambiare il suo volto. Questo è l’intento del primo cittadino del comune jonico, Cosimo Femia, che ha presentato, nel corso di una conferenza stampa nei locali della delegazione comunale della frazione marina, gli interventi in fieri e futuri che daranno al comune di Davoli un volto nuovo e più rassicurante, soprattutto sotto il profilo della viabilità.

Il primo progetto che vedrà la sua realizzazione è, infatti, quello della messa in sicurezza del tratto stradale della 106 jonica che attraversa Davoli Marina. “Due anni fa”, ci racconta Femia, “è stato predisposto un bando per la messa in sicurezza della 106. Noi, come amministrazione comunale di Davoli, abbiamo fatto una proposta all’Anas per la messa in sicurezza del tratto stradale relativo al comune di Davoli, un conseguente ammodernamento dell’illuminazione e la perimetrazione del tratto stradale. Abbiamo ottenuto un finanziamento di 910.000 euro dalla Direzione Generale dell’Anas di Roma, grazie anche all’intervento dell’ingegnere Raffaele Celia. Verranno costruite due rotatorie, una all’altezza dell’attuale semaforo, l’altra, dalla parte opposta, in prossimità del bivio Piani di Bella; al contempo”, continua Femia, “verranno costruiti marciapiedi su ambo i lati, laddove ancora non ci sono, verrà ammodernata l’illuminazione, ma la cosa importante è che ci sarà una netta separazione delle due corsie di marcia, con spartitraffico ed inserimento a raso, per evitare quegli innesti in strada, di macchine e veicoli, pericolosi che ogni quindici giorni, in media, provocano incidenti e feriti. Sono previsti ben 17 attraversamenti pedonali. Contiamo di iniziare i lavori a fine estate, dopo il boom del traffico e delle auto che investe Davoli nel periodo caldo, mentre i tempi di lavorazione sono di circa 15 mesi. Si tratta di una tratto stradale assolutamente importante e fondamentale per il nostro comprensorio, perché l’unico, al momento, che unisce il soveratese al resto del basso jonio. Un servizio necessario”, conclude Femia, “che è urgente ultimare e mettere in sicurezza al più presto”.

Ma non solo questo; sono in cantiere anche il progetto esecutivo per la costruzione del palazzetto dello sport coperto, in frazione marina, per 650.000 euro, il potenziamento della rete fognaria per 480.000 euro, il completamento del campo sportivo, già in fieri, nella marina, con la costruzione degli spalti, la costruzione dell’oratorio, dietro la Chiesa di San Roberto Bellarmino, la realizzazione di campi da tennis e calcetto in località Fenusa con la collaborazione anche di privati. Ma tanti sono anche i progetti che interesseranno il capoluogo, in frazione montana, dalla riqualificazione del bel santuario della Misericordia, che separa Davoli e San Sostene, alla realizzazione di un centro sportivo nei pressi del Borgo Antico, oltre a campi di tennis e calcetto, la sistemazione dell’illuminazione, col recupero delle somme residue dei finanziamenti europei, ed infine la ristrutturazione di Piazza Procopio e Piazza dei caduti.

Insomma tanta carne al fuoco, per migliorare un paese che è destinato a cambiare volto e diventare sempre più bello, moderno ed efficiente per cittadini e quanti vi transitano.

 

   (da Calabria Ora dell’11.04.2008)                           VITTORIA CORASANITI

Commento (1)

saverio11 aprile 2008 alle 15:14

e senza vendervi le montagne e la marina come successo un paio di kilometri più a sud….

Aggiungi un commento

Vostro Commento