Il sindaco Aloisio contro la manovra finanziaria

San Sostene Il sindaco Aloisio contro la manovra finanziaria

«Legge regionale incostituzionale»

Ritiene che la moratoria prevista dalla legge regionale "Provvedimento generale di tipo ordinamentale e finanziario (collegato alla manovra di finanza regionale 2008)" approvata il 29 maggio 2008 sia incostituzionale. Per questo, l’avvocato Luigi Aloisio, sindaco di San Sostene, propone un atto d’impulso al presidente del Consiglio dei Ministri e al ministro dell’Ambiente, perché valutino l’opportunità di impugnarla di fronte alla Consulta. Il suo sguardo si è posato sull’articolo 53 comma 3 di tale provvedimento, in cui viene sospesa per un determinato lasso di tempo la concessione di nuove autorizzazioni e la costruzione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili «i cui lavori non abbiano avuto inizio alla data del 28 maggio 2008». L’avvocato cita gli articoli 117 e 41 Cost., per evidenziare quelle che ritiene essere loro violazioni. «La moratoria impedisce il raggiungimento dell’incremento della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili perseguito dallo Stato in attuazione del protocollo di Kyoto», evidenzia Alosio. In conclusione, il legale annuncia che si farà promotore di un’iniziativa giudiziaria verso la Regione per il risarcimento danni dall’inibizione dello sviluppo economico e occupazionale regionale.

di Francesco Ranieri
dalla Gazzetta del Sud del 24 Novembre 2008

Commenti (4)

saverio26 novembre 2008 alle 12:21

e quindi, il parco eolico è già bloccato?????’

Stepro26 novembre 2008 alle 17:57

Non lo sò ,
ma a vedere come gli brucia all’avvocato sembrerebbe di si ……
I lavori erano stati divisi in lotti , non sò se in tutti i lotti i lavori siano iniziati prima del 28 maggio 2008.
La Cosa che mi terrorizza , sai qual’è ? Con che cosa si pagheranno le rate del prestito da 1.200.000 euro ?
E poi , semmai dovrebbe essere al Società Eolica che si dovrebbe preoccupare per un eventuale ricorso , e non il Sindaco del paese che ha dato la concessione , non sia mai , vuoi vedere che le spese legali finiranno in capo alla comunità ……….
Che fregatura , speriamo di no !

saverio27 novembre 2008 alle 08:35

o mamma!!!! quindi ora anche chi non è mai stato d’accordo sul parco eolico non può far altro che sperare che si possa costruire, pena 1.200.0000€ di debiti da pagare, più, forse, le spese legali………….evviva gl amministratori lungimiranti, evviva chi lo ha votato quando prometteva il bengodi

Fabio1 dicembre 2008 alle 13:09

Con la presente normativa vengono bloccate le nuove autorizzazione, non i parchi eolici già autorizzati ed in fase di costruzione.

Aggiungi un commento

Vostro Commento