I giudici: nessun traffico di droga smontate le accuse, 14 assoluzioni

Soverato La sentenza del Tribunale ha ribaltato ieri le tesi sostenute dalla Procura

I giudici: nessun traffico di droga smontate le accuse, 14 assoluzioni
Le indagini che sono sfociate nel processo risalgono al 2000

 

Giuseppe Lo Re
catanzaro
Tutti assolti, in alcuni casi per non aver commesso il fatto, il altri perché il fatto non sussiste. Dichiarate inutilizzabili le intercettazioni e risultate ininfluenti le dichiarazioni dei testimoni, si è concluso con 14 assoluzioni con formula ampia il processo a carico di altrettante persone accusate a vario titolo di coltivazione e cessione di sostanze stupefacenti, estorsione, violenze in concorso, furto, ricettazione, detenzione di armi e munizioni, concorso in danneggiamento. Reati che sarebbero stati commessi da una presunta associazione criminale che si sarebbe dedicata – secondo l’accusa – alla coltivazione, allo spaccio di droga ed al successivo "recupero crediti" in un’ampia zona della costa jonica che comprende Montepaone, Soverato, Satriano, Davoli e San Sostene. Il collegio della prima sezione penale del Tribunale del capoluogo (Falvo presidente, a latere Folino e Maiore) ha assolto: Claudio Procopio, 36 anni, di Davoli, residente a Sant’Andrea; Rocco Mongiardo, 28, di Catanzaro, residente a San Sostene; Angelo Rossomanno, 29, di Satriano; Antonio Patruno, 34, di Roccella Jonica, residente a Davoli; Francesco Propcopio, 33, di Catanzaro, residente a Davoli; Antonio Pacicca, 28, di Catanzaro, residente a San Sostene; Mario Mongiardo, 40, di San Sostene, residente a Sant’Andrea; Massimiliano Politi, 35, di Soverato; Piero Folino, 35, di Catanzaro; Antonio Longo, 31, di Soverato; Nicola Chiaravalloti, 41, di Soverato; Giuseppe Turrà, 39, di Catanzaro, residente a Guardavalle; Gianluca De Maria, 30, di Chiaravalle; Giuseppe Gentile, 30, di Torino, residente a Sant’Andrea. Le indagini sono partite nel 2000, quando i Cc concentrarono l’attenzione su un gruppo di giovani; con intercettazioni ed altra attività investigativa si sono via via cristallizzate le accuse, che comunque sono state smontate punto su punto nel corso del processo.

Del collegio difensivo hanno fatto parte, tra gli altri, gli avv. Armondio Migali, Luigi Aloisio, Anselmo Mancuso, Rosetta Cosentino, Antonio Nisticò, Francesco Caruso e Salvatore Staiano in assenza del quale, ieri in udienza, ha discusso il collaboratore di studio Francesco Catanzaro.

dalla Gazzetta del Sud del 23 ottobre 2008

 

Aggiungi un commento

Vostro Commento