Giovani e sano sport i veri protagonisti di un’affascinante gara

Sant’Andrea Jonio
Centinaia di atleti, piccoli e grandi, si sono trovati al Palazzetto dello sport per la manifestazione interprovinciale di arti marziali organizzata dalla "Athlon".
Una giornata di sport che ha visto emergere lo spirito educativo di aggregazione, divertimento e sacrificio caratteristico delle arti marziali.
Il responsabile della comunicazione della "Athlon", Pierfrancesco Mirarchi, ha evidenziato l’importanza di tali eventi che mostrano l’utilità delle strutture sportive presenti. «Sia il Palazzetto di S. Andrea che la piscina di Isca sono strutture al servizio del comprensorio e della crescita sociale dei suoi ragazzi». Mirarchi ha ringraziato il sindaco Gerardo Frustaci e l’assessore allo Sport Francesco Monsalina per aver offerto gratuitamente l’impianto sportivo. Proprio il sindaco ha puntato molto sulla valenza di tali impianti sportivi «che hanno ragione di esistere solo se a valenza comprensoriale, puntando così sullo sport come veicolo di crescita sana». I dettagli tecnici sono stati forniti dal maestro Antonio Voci, che ha ringraziato l’impegno dei maestri Danilo Prunestì e Giuseppe Romeo: «È una giornata di festa, che vede uno stage di arti marziali miste con la partecipazione di ragazzi provenienti soprattutto dalle province di Catanzaro e Crotone. Per la prossima primavera – ha concluso Voci – puntiamo ad organizzare un evento nazionale».
Il maestro Giuseppe Romeo, che ha portato sul parquet l’arte marziale "Warpeedo" (la via del guerriero alla pace) ha invece evidenziato che le arti marziali «possono dare tanto ai giovani».
Francesco Ranieri
dalla Gazzetta del Sud del 15 dicembre 2011

Commento (1)

Figli e sport8 marzo 2012 alle 08:24

Un articolo… SANO! :)

Aggiungi un commento

Vostro Commento