Furto aggravato: condannati i 3 imputati

Furto aggravato: condannati i 3 imputati

Catanzaro Sono stati condannati dal giudice monocratico onorario del Tribunale di Catanzaro Maria Clausi (cancelliere Giuseppe Rizzuto) a quattro mesi di reclusione e al pagamento di 334 euro ciascuno di multa i tre imputai finiti sotto processo per tentato furto aggravato in concorso. Si tratta di Vincenzo Cristofaro, 27 anni, difeso dall’avvocato Antonio Ludovico, Vincenzo Todaro, 27, e Pietro Danieli, 31, quest’ultimi assistiti dall’avvocato Francesco Sassi.

I fatti di causa risalgono al 25 aprile del 2003 quando i carabinieri arrestarono in flagranza di reato Giuseppe Cristofaro mentre stava asportando oggetti di valore e suppellettili dall’appartamento di F.V. situato in località "Piani Di Bella" nel comune di Davoli. Ai carabinieri che si erano recati nei pressi dell’abitazione non erano sfuggite altre due persone che, all’arrivo dei militari, si erano subito allontanate precipitosamente. Le successive ricerche avevano dato esito positivo: una pattuglia del nucleo operativo radiomobile aveva intercettato e identificato gli atri due giovani, Todaro e Danieli, che erano stati portati in caserma per la successiva identificazione e per la denuncia mentre Cristofaro era stato arrestato. Ieri, dopo sei anni dall’arresto e dalle denunce, la conclusione del processo di primo grado con la condanna.(g.m.)

dalla Gazzetta del Sud del 24 dicembre 2009

Aggiungi un commento

Vostro Commento