Dopo aver incendiato le tre auto hanno sparato con il fucile

Francesco Ranieri
 
Oltre alle tre auto bruciate anche un colpo di fucile contro la casa del proprietario.
È stata proprio una serata d’inferno per A.L., il commerciante badolatese (co-titolare di un consorzio agrario), al quale nella notte tra venerdì e sabato scorsi, in via Che Guevara di Badolato Marina, sono state bruciate tre autovetture. Oltre a causargli questo danno, infatti, i malviventi hanno esploso anche un colpo di fucile calibro 12 contro la finestra della sua abitazione. Un gesto che avrebbe potuto avere drammatiche conseguenze se qualcuno degli inquilini (era da poco passata l’1) si fosse trovato ancora sveglio e proprio vicino a quella finestra. Un evento che, dunque, sottolinea la gravità di quanto accaduto nel corso di quella notte: prima le fiamme che hanno avvolto il Nissan "Qashqai", il fuoristrada Hyundai "Galloper" e l’utilitaria Kia "Picanto" e, subito prima di darsi alla fuga, il colpo di fucile esploso dagli autori dell’atto incendiario. Un gesto spavaldo al quale, nell’immediatezza degli eventi, i carabinieri della Compagnia di Soverato, guidati dal capitano Emanuele Leuzzi, e quelli della Stazione cittadina hanno risposto con una serrata attività di controllo proprio a Badolato, con numerose perquisizioni. E proprio grazie a questi passi così immediati i militari potrebbero già essere sulle tracce degli autori del gesto che ha un carattere evidentemente intimidatorio. Del resto già prima di avere contezza del colpo di fucile contro l’abitazione di A.L. era emerso che le sue tre autovetture erano state prese di mira una per una: le fiamme, infatti, non avrebbero potuto avvilupparle tutte poiché erano state parcheggiate sì l’una vicino all’altra ma, comunque, ad una distanza tale che il rogo non si sarebbe propagato con facilità. Invece, il risultato è stato distruttivo e ha causato ingenti danni oltre che un comprensibile spavento a tutti i residenti che già, negli anni passati, avevano assistito ad altri incendi dolosi ai danni di autovetture parcheggiate.
dalla Gazzetta del Sud del 28 marzo 2011

Aggiungi un commento

Vostro Commento