Domenica incontro di…vino

SOVERATO Nuova iniziativa del Municipio per esaltare i gusti e le tradizioni locali

Grazie alle tante collaborazioni sarà una notte davvero magica

È stato presentato ieri sera nella sala consiliare di Palazzo di città il programma dell’evento “Soverato di…vino”. Anche questa volta è scesa in campo tutta la formazione del “Comitato coordinamento eventi” con l’aggiunta di nuove collaborazioni provenienti dal mondo associativo soveratese. Ha aperto l’incontro l’addetto stampa del Comune di Soverato, Dario Macrì, che ha ribadito l’apertura del comitato, istituito dal commissario straordinario Maria Virginia Rizzo, a dialogare con tutte le associazioni del territorio, e il costo zero della manifestazione. L’appuntamento è per sabato prossimo dalle 19 in poi a Soverato Superiore, a l’“u chianu”. Già solo lo scenario suggestivo scelto lascia presagire il successo dell’iniziativa, come decretato tempo addietro con le “serenate d’amore” e i “balconi fioriti”. Assieme al comitato, abbiamo trovato lo Slow Food “Soverato –Versante Jonico”, l’associazione “Rivivi Soverato”, l’associazione “L’albero della vite”, il club del Peperoncino e l’associazione “Città del vino”. A Peppe Chiaravalloti è toccato illustrare l’evento, che è finalizzato alla “socializzazione”. Ci saranno le migliori cantine calabresi e ad ogni cantina ci sarà abbinata una lanterna luminosa. Verrà tracciato un vero percorso: in tal modo si potranno sperimentare nuove forme di offerta per proporsi in futuro, insieme, sul segmento di mercato enologico ed enogastronomico. Al pubblico verrà proposta un’ampia varietà di scelta: dal bianco al rosso, dal rosato alle bollicine con tanto di guida dettagliata delle cantine presenti e delle caratteristiche di ciascun vino. La degustazione dei vini sarà accompagnata dalla consumazione delle prelibatezze preparate dalle signore dell’u’ chianu. Non mancherà la nostra “pacchiana”. Anche un palazzo storico verrà aperto e verrà allestito con tocchi tutti soveratesi. Chiaravalloti ha ringraziato le famiglie Noto, Chiefari e Munizzi per la sponsorizzazione. «Soverato è città che esprime nel nome la sua identità territoriale fatta di sugherete oggi pressoché scomparse dal territorio – ha dichiarato così la consigliera nazionale Slow Food, Marisa Gigliotti – e da ripiantare per riequilibrio della biodiversità e della macchia mediterranea. Rinnoviamo l’attenzione verso il sughero che è un miracolo della natura». Durante la manifestazione, infatti, partirà la campagna della raccolta dei tappi di sughero per il riciclo e verranno distribuiti gli ecobox per la raccolta. Sulla scia delle azioni ecosostenibili è intervenuto Pietro Pileci, che ha ricordato anche la festa dell’albero del 21 novembre. Il prof. Ulderico Nisticò ha posto l’accento sulle peculiarità di Soverato Superiore e ha ricordato che la Chiesa SS. Addolorata sarà aperta per le visite alla Pietà del Gagini. Pina Sabato, anch’essa membro del comitato, ha annunciato che sarà ospite della serata un artista che realizzerà “in diretta” i presepi e i suoi personaggi. Non mancherà l’animazione musicale. Insomma Soverato sarà “di…vino”!
Maria Anita Chiefari
dalla Gazzetta del Sud del 6 Novembre 2013

Aggiungi un commento

Vostro Commento