Diecimila abitanti in meno dal 2001 ad oggi Nel capoluogo –6.438

 Tra i grossi centri "tiene" Lamezia Terme La media dei componenti delle famiglie è di 2,5

Giuseppe Lo Re
Quasi diecimila abitanti in meno rispetto a dieci anni fa, e ancora non sono disponibili i dati sugli extracomunitari residenti che potrebbero ampliare gli orizzonti del ragionamento. Il calo demografico viene fuori dai primi risultati del censimento 2011, già messi a disposizione dall’Istat.
Catanzaro e provincia, alla data dello scorso 9 ottobre, contano 360.165 residenti, suddivisi in 174.674 uomini e 185.491 donne. Erano 369.578 nel 2001. Perde abitanti il capoluogo, e con esso tutti i più grossi centri, salvo poche eccezioni. Nel comune di Catanzaro, che si conferma ovviamente il più popoloso della provincia, sono stati censiti esattamente 88.813 residenti, dei quali 42.435 uomini e 46.378 donne; il dato di dieci anni fa, invece, si attestava sui 95.251 residenti (il saldo negativo è, dunque, di 6.438); tiene Lamezia Terme che resta seconda con 70.523 abitanti, suddivisi in 34.367 uomini e 36.156 donne, e rispetto al censimento del 2001 ha guadagnato 22 residenti. Il terzo comune più popolato è Soverato, che pur attestandosi a quota 8.904 (4.175 uomini e 4.729 donne) perde oltre mille unità rispetto al 2001 quand’erano stati censiti in 10.034; seguono Borgia con 7.442 (7.049 nel 2001), Sellia Marina che con 7.018 ha registrato un vero e proprio boom rispetto ai 5.764 di dieci anni fa, e Curinga con 6.725 (6.648 nel 2001). Uniche eccezioni ai cali generalizzati sono i notevoli incrementi di popolazione registrati, oltre che nella già citata Sellia Marina, a Cropani (4.325 contro i 3.286 del 2001), Gizzeria (4.559 contro 3.833) e Botricello (4.928 contro 4.586).
Il paese meno popolato è Centrache, che conta appena 417 anime, 204 delle quali uomini e 213 donne, ancora di meno di quante ne furono censite dieci anni fa, cioè 494; poco più su c’è Marcedusa, che con 431 abitanti (209 uomini e 222 donne) sconta anch’essa il trend negativo generalizzato (nel 2001 i residenti erano 556).
Sul fronte del numero di famiglie, anche in questo caso la classifica vede in vetta Catanzaro (33.967) davanti a Lamezia Terme (26.661), ed in coda Centrache (218), che però detiene il primato – insieme a numerosi altre piccole realtà – della totalità di popolazione residente in famiglia; un dato che, per intenderci, attesta l’assoluta inesistenza di cittadini residenti in situazione di convivenza. Su quest’ultimo fronte, il maggior numero di conviventi si attesa a Lamezia Terme, che con 257 precede Catanzaro (185), Girifalco (76), San Pietro Apostolo (72), Soverato (51), Sant’Andrea Apostolo dello Jonio (33), Decollatura (27), Falerna (25) e Vallefiorita (24).
La media, infine, dei componenti per ogni famiglia è a livello provinciale di 2,5 contro il 2,4 nazionale. Sopra la media svettano Cerva, Cropani, Marcellinara e Sersale tutti con 2,7; Catanzaro e Lamezia Terme si attestano sul 2,6. Ben al di sotto della media l’immancabile Centrache (addirittura 1,9), Montauro (2), Gagliato, Jacurso, Martirano Lombardo, San Floro, Sant’Andrea Apostolo dello Jonio e Sellia (tutti con 2,1).
dalla Gazzetta del Sud del 30 aprile 2012

Aggiungi un commento

Vostro Commento