Davoli :Il canale Fondaco è pericoloso

Di Edoardo Corasaniti(il quotidiano della Calabria)

C’è aria di protesta in località “Fondaco”.  Inondazioni, stato di abbandono,corsi d’acqua inagibili. Ergo : fango e disperazione. La fotografia che si può scattare dai volti della gente non può che essere questa : c’è il giovane che chiede sicurezza per i suoi figli,l’anziano solo  che decenni  è vittima di allagamenti,chi con tanti sacrifici ha comprato una casa e chi ha un’’attività commerciale e rischia il k.o. tecnico.  Le storie di ognuno di loro sono diverse, il coro di rabbia è identico  : << all’arrivo dell’autunno,e quindi delle piogge insistenti,  si tappano i tubi e la casa si allagano puntualmente. Lo scorso anno,per esempio,abbiamo dovuto,con le nostre forze,togliere il fango da dentro casa. Nessuno ha mai preso provvedimenti. È necessario un intervento che metta in sicurezza il canale. Le pulizie degli operai del Consorzio di Bonifica non bastano >>. Non usa mezzi termini  Cosimo Femia ,consigliere comunale e provinciale,che nei giorni precedenti ha incontrato una folta rappresentanza di cittadini ,tutti  residenti nelle zone interessata,tra “Votarelle” e “Fondaco”,tutti “indignati ”. Ci mette poco a definire questa situazione  : << inerzia amministrativa>>.  L’ex sindaco di Davoli ricostruisce la vicenda :<< Nell’ambito del Piano di messa in sicurezza dal rischio idrogeologico predisposto dalla Giunta Loiero alla fine del 2009 il Comune di Davoli era stato inserito con un finanziamento di 200.000 €.,individuando quale Ente attuatore l’Amministrazione Provinciale di Catanzaro. Non appena l’Amministrazione Provinciale ha dato incarico al progettista per predisporre la progettazione relativa sono stati presi i primi contatti con l’Amministrazione Comunale dell’epoca  che ha individuato nel Canale del “Fondaco” il piccolo corso d’acqua su cui intervenire per regimentarne il deflusso e la cui esondazione in periodi precedente aveva causato notevoli problemi alle abitazioni site in località Votarelle. Sulla base delle indicazioni date e sulle risorse finanziarie disponibili in poco meno di un anno si è arrivati a completare la progettazione esecutiva. Dopo un periodo di fermo delle attività la primavera scorsa sono state avviate le conferenze dei servizi per l’approvazione del progetto esecutivo per poter procedere nei tempi più brevi possibili all’appalto dei lavori. Ebbene a queste conferenze dei servizi, tenutesi negli uffici Provinciali di Catanzaro, vi è stata la partecipazione diretta del Sindaco che ha dato, in maniera poco responsabile, il parere negativo dell’Ente e per tale motivo non è stato possibile approvare il progetto esecutivo>>. Qualcuno gli chiede il perché dello Stop dettato dall’attuale Sindaco: << Non si conoscono i motivi che hanno indotto l’Amministrazione Comunale a compiere una scelta così grave né, tantomeno, si è sentito il dovere di dare comunicazione dell’accaduto alla cittadinanza spiegandone i motivi di questa scelta scellerata. Il tutto rimane nel chiuso delle stanze senza dare comunicazioni al Consiglio Comunale e ai cittadini. Questo naturalmente significa allungare i tempi di realizzazione di un’opera che mette in sicurezza una parte del territorio che ha visto più volte esondare il corso d’acqua con notevoli danni arrecati ad attività produttive e civili abitazioni. Anche questo autunno con le prossime e abbondanti piogge le popolazioni della località Fondaco dovranno subire possibili allagamenti grazie all’inerzia e inefficienza di questa amministrazione>>. All’altolà del Sindaco, Femia pone una motivazione politica,più che tecnica :  << hanno intenzione di  bloccare tutte le opere e i piani di sviluppo del territorio della precedente amministrazione >>.   Con questa chiave di lettura,secondo il consigliere Pd, si deve leggere <<l’allagamento subito da abitazioni prossime alla S.S. 106 che non si sarebbero verificati se fossero stati realizzati nei tempi stabiliti i lavori di messa in sicurezza della SS 106>>.

Commento (1)

semplicemente curioso14 settembre 2012 alle 10:15

Per curiosità: mi piacerebbe sapere se le abitazioni e gli esercizi commerciali costruiti in località fondaco sono stati costruiti rispettando tutte le leggi, o se si tratta di abusivismo, anche se poi condonato.

Nel primo caso l'amministrazione locale si dia da fare al più presto possibile, nel secondo caso che i soldi per gli interventi li cacci chi ha costruito abusivamente

Aggiungi un commento

Vostro Commento