Cosa avverrà a Girifalco Chiaravalle e Soverato

L’Azienda sanitaria sarà divisa in dipartimenti, strutture complesse, direzione sanitaria e distretti, strutture semplici, dipartimenti e strutture aggregate. Nel distretto n. 1 vi saranno sei Poli: Catanzaro, Catanzaro Lido, Taverna, Tiriolo, Sersale e Botricello.
Nel distretto n. 3 i Poli saranno Soverato, Girifalco, Squillace, Chiaravalle, Badolato e Borgia.
A Girifalco saranno realizzate una Rsa (residenza sanitaria assistita) e una Casa protetta in una struttura dismessa.
Soverato sarà punto di riferimento regionale per la cardiologia, con un progetto che partirà a breve sulla telecardiologia. A Chiaravalle si farà riabilitazione.
In particolare nel Posc (Presidio ospedaliero Soverato – Chiaravalle) vi saranno una direzione sanitaria e una amministrativa. Nel dipartimento delle specialità mediche opereranno le unità complesse di medicina generale e pediatria (in osservazione, cioé non prevista nel Piano di rientro ma ancora mantenuta in vita), entrambe con Dh e Ds, e la struttura semplice di Cardiologia con centro provinciale di telecardiologia; l’unità operativa di riabilitazione a Chiaravalle, la dialisi a Chiaravalle e una struttura semplice di oncologia.
Il dipartimento delle specialità chirurgiche comprenderà le strutture complesse di chirurgia generale, ostetricia e ginecologia (in osservazione), ortopedia e traumatologia (in osservazione).

Il dipartimento dell’emergenza e dei servizi comprenderà la struttura complessa di laboratorio analisi (in osservazione) con la struttura aggregata di analisi cliniche a Chiaravalle; la struttura complessa di pronto soccorso con aggregata l’unità operativa di soccorso e Pip di Chiaravalle; la struttura complessa di anestesia con sub-intensiva; la struttura complessa di radiodiagnostica (in osservazione) con aggregata la struttura di teleradiologia di Chiaravalle.(b.c.)

dalla Gazzetta del sud del 15 dicemnbre 2010

Aggiungi un commento

Vostro Commento