Corasaniti traccia un bilancio dei primi 100 giorni

Cesare Barone
SOVERATO

Sono trascorsi meno di cento giorni dall’insediamento di Antonio Corasaniti quale sindaco di Davoli, e già si iniziano a vedere i primi risultati positivi per la ridente cittadina del basso jonio soveratese. È stato lo stesso sindaco a tracciare un primo bilancio delle cose fatte in poco meno di tre mesi. Obiettivo di Corasaniti è quello di lasciare tra cinque anni il paese in condizioni di vivibilità. «Non ho ereditato una situazione felice – esclama – Opere pubbliche non collaudate, debiti fuori bilancio per quasi seicento mila euro (un quasi dissesto finanziario), indebitamento per 375 mila euro per un mutuo, espropri non effettuati e completati per la realizzazione di strade inserite nel Prg, mancata acquisizione di aree standard previste nelle convenzioni, crediti lamentati e pignoramenti da quantificare, legali e professionisti che vantano parcelle anch’esse da quantificare, stato di degrado delle infrastrutture, richieste dei consiglieri della vecchia amministrazione delle somme pagate in giudizio». Il primo cittadino, ha inteso informare l’opinione pubblica, delle cose che sono state portate avanti in meno di cento giorni. «Abbiamo riorganizzato gli uffici comunali. In proposito, a giorni sarà completato il nuovo regolamento interno. Informatizzazione e ristrutturazione del sito web, dove saranno presenti tutti i documenti redatti dall’amministrazione. Sarà cambiata la metodologia del protocollo elettronico tramite la certificazione "Pec". Tutti gli uffici ne saranno dotati. La cosa più importante è che i cittadini dotati di "Pec" potranno richiedere i certificati al proprio domicilio. Si è proceduto a revisionare il progetto della messa in sicurezza della strada statale 106 jonica. Abbiamo chiesto all’Anas se era possibile fare i parcheggi ai margini dell’abitato di Davoli marina. Ciò è stato possibile grazie ad un restringimento dello spartitraffico e una leggera riduzione della carreggiata, che consentiranno la creazione di circa 600 parcheggi. Sul fronte della formazione si sono organizzati progetti destinati a cittadini extracomunitari con la Prefettura al fine di migliorare gli scambi culturali. Per quanto riguarda il risparmio energetico – rimarca Corasaniti – sono stati redatti due progetti distinti. Uno che ha riguardato il sistema del fotovoltaico in collaborazione con la scuola media "Certosa", l’altro concernente la sostituzione di circa cento trenta lampade a risparmio energetico». Un punto che assume particolare rilievo è il raddoppio della condotta tra le località "Filà" e "Misericordia". Argomenti che il sindaco approfondirà durante la seduta di consiglio comunale prevista domani pomeriggio.

dalla Gazzetta del sud del 27 giugno 2010

Aggiungi un commento

Vostro Commento