Colpito da una scarica elettrica anziano in coma

San Sostene L’uomo stava sistemando una presa della corrente

Colpito da una scarica elettrica anziano in coma al "Pugliese"

 

Vincenzo Iozzo
CHIARAVALLE CENTRALE
Stava maneggiando con un cacciavite una presa della corrente elettrica per sistemare l’impianto di casa, quando una scarica elettrica l’ha investito e scaraventato sul pavimento tramortito. Per un uomo di 65 anni R.T. residente a Torino Caselle, in vacanza a San Sostene da qualche mese, è stato provvidenziale l’intervento dei medici del "Suem 118" della postazione di Isca Marina, che lo hanno soccorso immediatamente per le cure del caso.
Adesso, dopo la prima tappa al pronto soccorso dell’ospedale di Soverato, il pensionato si trova in rianimazione all’ospedale "Pugliese" di Catanzaro. Le condizioni dell’uomo, all’equipe del 118 composto dal medico Giuseppe Migale e dalle infermiere Rita Procopio e Raffaela Maiolo, sono apparse subito gravi. Arresto ventricolare e qualche escoriazione. È stato prontamente rianimato grazie ad una defribillazione. Al pronto soccorso dell’ospedale di Soverato è arrivato da San Sostene, in stato di incoscienza. È stato poi incubato e sempre in ambulanza è stato portato a Catanzaro. L’incidente domestico, con molta probabilità, si è verificato per un corto circuito all’impianto elettrico.

Per R.T. la giornata di ieri era iniziata del tutto tranquilla, hanno raccontato alcuni familiari, tra qualche faccenda domestica, per tenere impegnata la giornata, così come era solito fare. Lavoretti in casa e in giardino, specialmente quando non andava al mare, per passare il tempo. Secondo una prima ricostruzione, l’anziano è stato folgorato perché i sistemi di sicurezza sono saltati quando i cavi elettrici sono stati a contatto. Solo ipotesi per il momento, che dovranno essere opportunamente riscontrare, per capire le esatte ragioni dell’incidente.

dalla Gazzetta del Sud del 27 Agosto 2008

Aggiungi un commento

Vostro Commento