Callipo – Il mio nuovo progetto politico non è altro che un cantiere aperto a tutti.

Il sindaco di Soverato presente all’incontro di "Calabria futura" prende le distanze

Callipo: «Il mio nuovo progetto politico non è altro che un cantiere aperto a tutti»

 

Maria Anita Chiefari
soverato
Filippo Callipo ha scelto come location l’arena della Villa Comunale di Soverato per annunciare «la sua candidature a governatore della Regione Calabria in un terzo polo con l’appoggio dell’europarlamentare Luigi De Magistris, prevedibile visto che è stato lo stesso a proporre la candidatura, e dell’on. Angela Napoli (Pdl), che ha rappresentato un’alleanza «sorpresa».
Si tratterà di un schieramento svincolato da qualsiasi partito, ma calato tra la gente e per la gente, così come hanno tenuto a precisare nel corso della serata i partecipanti all’incontro. Il contesto scelto, invece, per questa importante rilevazione è stato Soverato nel corso dell’incontro pubblico "Liberamente Calabresi", intitolato "Rinnovamento e legalità: unica via per lo sviluppo", organizzato dell’associazione socio-culturale "Calabria futura".
Il nutrito tavolo dei lavori è stato composto dal presidente dell’associazione Calabria Futura Ilario Lazzaro, dal sindaco di Soverato Raffaele Mancini, dall’europarlamentare di Italia dei valori Luigi de Magistris, dalla parlamentare Angela Napoli, dal docente dell’Università della Calabria Silvio Gambino, da Callipo. L’incontro è stato moderato da Alessandro De Virgilio, responsabile dell’Agi Calabria.
Ha aperto i lavori il padrone di casa Mancini, il quale ha salutato l’iniziativa, ed ha chiarito che non è coinvolto in questo progetto politico e ne prende le dovute distanze. La parola è stata presa da Ilario Lazzaro, che ha evidenziato che cosa significa essere «liberamente calabresi» ed ha spiegato le finalità dell’associazione. Lo stesso ha voluto sottolineate e riportare nella sua cornice naturale il movimento da lui rappresentato, un movimento culturale che punta sull’identità, sullo sviluppo e sul rinnovamento. È partito così il valzer degli interventi.
«La prima cosa da fare – ha così sostenuto l’ex magistrato De Magistris – è una rivoluzione culturale. Il merito deve valere prima di tutto. La questione morale troppo spesso diventa questione criminale. La trasversalità fino ad oggi è stato legame su temi di illegalità, ed è servita a tenere i cittadini nell’ignoranza, e sotto il giogo della prepotenza».
Dopo De Magistris, è intervenuto il prof. Gambino, che ha puntato il dito sui vari episodi di cattiva sanità, ultimo quello della bambina di cinque anni, ciò secondo il cattedratico deve essere un punto di partenza per una nuova crescita. «Se alla prossima competizione elettorale – ha così invece dichiarato Angela Napoli , componente della Commissione nazionale antimafia – sarò costretta a fare delle scelte che esuleranno dalla mia appartenenza politica non mio sottrarrò alle stesse, perché io ho un solo obbligo, che è quello di dover e poter guardare negli occhi i cittadini calabresi. Non c’è settore della nostra vita calabrese – ha aggiunto Angela Napoli – nel quale non si debba parlare di stato emergenziale».
Ha chiuso il gli interventi il neo candidato alla presidenza della Regione Calabria, Pippo Callipo, tra l’entusiasmo dei simpatizzanti ed ha spiegato il perché di questa candidatura, considerato sino al momento aveva agito nel dietro le quinte.
«Nasce – ha dichiarato l’imprenditore vibonese – soprattutto dalla mentalità e dall’educazione che i miei genitori mi hanno inculcato. Si vede che adesso i calabresi proprio non ne possono più. In tanti mi hanno detto presidente, basta scrivere, ora passi all’azione. Ho pensato che fosse giusto».

Riferendosi a questo progetto, che partirà dall’interno della Calabria e poi abbraccerà la costa regionale, l’ha definito un «cantiere aperto a tutti». La sua scesa in campo Callipo l’ha definita una «dichiarazione d’amore per la Calabria». Un impegno politico, ha tenuto a precisare, «che sarà svolto sposando il suo modo di fare impresa nel Palazzo di governo calabrese: io vivo – ha concluso energicamente Pippo Callipo – in mezzo alla gente, ascolto tutti, e conoscono le problematiche».

dalla Gazzetta del Sud del 27 Agosto 2009

Commenti (2)

geronimo12 settembre 2009 alle 20:11

complimenti a pippo callipo spero proprio che abbia dei proggetti x la calabria e che riesca nel suo intento auguri da un immigrato da moltissimi anni

luigi critelli19 settembre 2009 alle 22:39

Complimenti e Auguri al Presidente Callipo !

Il Coraggio e la Determinazione di scendere in politica per Amore della Calabria e dei Calabresi, così come ha sempre fatto e continua a fare da Imprenditore, è certamente la migliore garanzia per immaginare una Futura Calabria sicuramente Migliore!!!

Luigi Critelli

Aggiungi un commento

Vostro Commento