Calabria – In altri 182 Comuni arriva il progetto banda larga ed ultra larga Mercoledi, 13 Agosto 2014

Calabria – In altri 182 Comuni arriva il progetto banda larga ed ultra larga
Mercoledi, 13 Agosto 2014

Il progetto di banda larga ed ultra larga sta per completarsi in tutti i Comuni calabresi. Lo comunica l’assessore regionale all’urbanistica Alfonso Dattolo …


Il progetto di banda larga ed ultra larga sta per completarsi in tutti i Comuni calabresi. Lo comunica l’assessore regionale all’urbanistica Alfonso Dattolo che spiega come si concretizza la rivoluzione digitale che partirà dal Sud, dalla Calabria “L’intervento – precisa l’esponente della Giunta in una nota – che attraversa l’intera Calabria coinvolgerà, in questa ultima fase, 182 Comuni calabresi, che sommati agli interventi precedenti vanno a coprire la totalità dei comuni. Interesserà 201.685 abitanti, 128.598 mila alloggi, per un totale di 116.468 edifici, che potranno essere abilitati ad una connettività di 30 Mbps. In ogni Comune oggetto dell’intervento saranno collegate in Stth tutte le Pubbliche amministrazioni, comprensive di sedi sanitarie ed edifici scolastici. Si tratta – prosegue Dattolo – di un intervento strategico per il futuro della regione, che non può continuare a vantare ritardi rispetto al resto del paese, ma merita di essere messa nelle condizioni di poter competere sullo stesso piano con le altre regioni. La banda larga ed ultra larga permetteranno, infatti, la diffusione e la fruizione di servizi digitali di base anche in territori isolati geograficamente, nel contempo potenzieranno quelli in aree territoriali strategiche nella regione, accelerando la crescita e l’innovazione delle attività economiche e della pubblica amministrazione, attraverso servizi di telecomunicazioni di alta qualità, stabilità e velocità. Una rivoluzione necessaria per lo sviluppo economico della nostra regione – evidenzia infine l’assessore Dattolo – perchè le aziende, potendo scegliere, preferiranno sicuramente investire in aree dove la rete viaggia velocemente e dove la Pubblica amministrazione si rivolge a cittadini ed imprese sfruttando le potenzialità dell’online”.
 

Aggiungi un commento

Vostro Commento