Approvati il bilancio e le opere pubbliche

Davoli Progetti anche a favore delle giovani madri non occupate, disabili e anziani

Approvati il bilancio e le opere pubbliche

 

SOVERATOÈ stato approvato, durante l’ultima seduta di consiglio comunale di Davoli il bilancio di previsione 2008 unitamente al piano triennale ed annuale delle opere pubbliche. La seduta si è aperta con la relazione dell’assessore al bilancio, Salvatore Viscomi, che ha snocciolato i dati salienti dello strumento di programmazione. «È un bilancio previsionale che ricalca le orme di quelli degli anni precedenti improntati al risanamento finanziario dell’ente, al pieno rispetto del patto di stabilità e al contenimento della spesa, per come certificato, peraltro, in questi anni dalla corte dei conti. Nonostante i ripetuti tagli ai trasferimenti da parte dello stato – prosegue l’assessore – si è riusciti anche per quest’anno a mantenere inalterati costi e tariffe di servizi primari come la Tarsu, il servizio idrico integrato, Ici, addizionale Irpef, servizio mensa e scuolabus. Ancora una volta, quindi, si farà fronte con fondi di bilancio, e non mettendo le mani nelle tasche dei cittadini, alla lievitazione dei costi dei servizi primari aumentati considerevolmente in quest’ultimo anno. Rimane un punto fermo dell’azione amministrativa, nonostante le ristrettezze di personale in organico, l’accertamento ed il recupero dell’evasione tributaria ed in particolare verso l’imposta comunale sulle aree edificabili, alla luce anche dei recenti provvedimenti governativi di eliminazione dell’Ici sulla prima abitazione».

Su questo punto vi è stata la vibrata protesta da parte del sindaco nei confronti dell’attuale Governo che «ancora una volta – ha detto – fa ricadere sulle spalle di una regione debole come la Calabria un provvedimento che, seppure condivisibile nei contenuti, determina per la nostra terra il furto delle risorse stanziate dal governo Prodi per l’ammodernamento della disastrata viabilità calabrese ad esclusivo vantaggio delle opulente regioni del Nord». Particolare attenzione è stata data ai servizi sociali, che proseguono sul solco tracciato dal precedente assessore Maria Rosaria Ruocco e continuato dall’attuale Luciano Alcaro che, grazie ai progetti finanziati dalla regione, riescono a dare sollievo a tante giovani madri non occupate garantendo aiuto tangibile a diversamente abili ed anziani. (c.b.)

dalla Gazzetta del su del 7 giungo 2008

Commento (1)

Paesano24 giugno 2008 alle 10:56

Che incominciassero a pagare loro, primo di tutti l’assessore al bilancio che non ha mai pagato quasi nulla pur abitando in una villa di 3 piani.

Aggiungi un commento

Vostro Commento