Ancora tanti successi per Martina Codispoti

L’arte della satrianese Martina Codispoti "sbarca" persino in Bulgaria.
Per l’artista satrianese è stato un finale d’anno veramente eccezionale e da incorniciare (è proprio il caso di dirlo) per i continui successi che ha mietuto nelle varie parti d’Italia, tra circoli artistici e musei qualificati a Firenze, Torino, Monza e Milano, tanto che il "Corriere dell’arte" di Torino non esita a definirla e catalogarla tra le migliori espressioni artistiche a livello nazionale.
Già in Calabria grande successo aveva ottenuto, in occasione di una mostra per i 150 anni dell’Unità d’Italia, al complesso monumentale del S. Giovanni, con una tela sulla quale aveva "impressionato" un "Brigante" che, gridando, invoca giustizia e libertà per la nostra terra. Meno di un mese fa si era anche imposta con una sua collettiva al famoso "Caffè Progresso" del centro di Torino e infine, l’altro ieri, ha ricevuto un riconoscimento significativo dal "Premio Kosmos arte" di Firenze che, includendola nell’elenco dei più qualificati artisti italiani (tra i primi 150), le ha comunicato che come riconoscimento la sua personale rimarrà aperta al pubblico fino al prossimo mese di febbraio.
Successo in particolare ha avuto la sua opera "Urlo liberatorio di Donna", con una rappresentazione grafica e pittorica che assomma, nella sua posizione, le problematiche femminili finalmente evidenziate e forse risolte con un gesto di disperazione, che fa "rizzare" i capelli alla stessa figura ma anche a quanti la osservano.
Infine proprio pochi giorni addietro, il 21 dicembre, le è pervenuto un invito da Sofia, capitale Bulgara, proponendole una mostra personale in un noto museo d’arte contemporanea da scegliere oppure alla galleria nazionale d’arte straniera.(r.r.)
dalla Gazzetta del Sud del 31 dicembre 2011

Commenti (5)

Antonio Rotiroti31 dicembre 2011 alle 11:45

Congratulazioni a Martina ed ai suoi familiari … Siamo orgogliosi di avere una “figlia Sansostenese” (spero non si offenda nessuno; in lei c’è anche del “nostro sangue”!) che abbia raggiunto tali livelli artistici e le auguriamo tutto il bene possibile!
Associazione Culturale “Sansostenesi e Simpatizzanti” …
Speriamo di poter fare qualcosa insieme!
Grazie e auguri per un meraviglioso anno 2012!

Maria Candida Ranieri1 gennaio 2012 alle 19:42

Ne sono felice, perchè mi ricorda il suo caro grande nonno, scomparso nel 1976: grande artista del ferro battuto e del bisnonno Vincenzo “fruscio” che è stato un grande maestro. E’ proprio vero, la vera arte si trasmette nel DNA, anche se poi le tecniche s’imparano. Martina. complimenti!!! Te li meriti! In particolare, ricordati, di continuare ad essere Te stessa, come hai sempre dimostrato. Grazie della gioia e della felicità che mi hai regalato nel leggere il giorno di capodanno larticolo di A. Rotiroti. Con grande affetto e gli auguri di un percorso luminoso e ricco di soddisfazioni ti abbraccio Maria Candida

Antonio Procopio (Ferminio)7 gennaio 2012 alle 15:43

brava Martina io non ti conosco ma sono per te e i tuoi

Cresy Crescenza2 marzo 2012 alle 12:14

Complimenti di cuore
Cresy

Raffale12 marzo 2012 alle 10:15

la vera forza di martina è la sua semplicità… Grazie di esistere.

Aggiungi un commento

Vostro Commento